Home » , » The Imitation Game è un film sulla guerra attraverso gli occhi di Alan Turing.

The Imitation Game è un film del 2014 diretto da Morten Tyldum, con protagonista Benedict Cumberbatch nei panni del matematico e crittoan...

The Imitation Game è un film del 2014 diretto da Morten Tyldum, con protagonista Benedict Cumberbatch nei panni del matematico e crittoanalista Alan Turing.

Durante l'inverno del 1952, le autorità britanniche entrarono nella casa del matematico, criptoanalista ed eroe di guerra Alan Turing per indagare su una segnalazione di furto con scasso. Finirono invece per arrestare lo stesso Turing con l'accusa di "atti osceni", incriminazione che lo avrebbe portato alla devastante condanna per il reato di omosessualità.

Le autorità non sapevano che stavano arrestando il pioniere della moderna informatica.

Noto leader di un gruppo eterogeneo di studiosi, linguisti, campioni di scacchi e agenti dei servizi segreti, ha avuto il merito di aver decifrato i codici indecifrabili della macchina tedesca Enigma durante la II Guerra Mondiale.

Candidato a 8 Premi Oscar. The Imitation Game è una rappresentazione incredibile della vita e dell'opera di Alan Turing, uno dei più straordinari eroi non riconosciuti della Gran Bretagna.

The-Imitation-Game-Poster

Trama.

« A volte sono le persone che nessuno immagina possano fare certe cose, quelle che fanno cose che nessuno può immaginare. »
(Alan Turing)
Regno Unito, 1939. Il matematico e crittoanalista Alan Turing decide di mettere il proprio genio al servizio della Gran Bretagna. L'obiettivo è far terminare il conflitto quanto prima collaborando alla segretissima operazione di decriptazione dei codici segreti nazisti, codificati con la macchina denominata Enigma. Schivo e silenzioso, Turing si presenta a colloquio convincendo il Comandante Alastair Denniston ad assumerlo, ma i primi dissapori cominciano a manifestarsi quando comprende che dovrà lavorare con altre brillanti menti matematiche. Caratterialmente solitario, Turing comincia a diventare inviso ai suoi collaboratori, tra i quali spiccano il borioso ma geniale Hugh Alexander (campione nazionale e maestro di scacchi) e il giovane Peter Hilton, continuamente in conflitto con il protagonista in quanto giudicato troppo saccente e inadatto alla collaborazione di squadra. Decifrare i codici codificati con una macchina Enigma è infatti una missione ritenuta impossibile dalle autorità britanniche, in quanto i tedeschi cambiano la chiave di codificazione di tutti i messaggi cifrati allo scoccare della mezzanotte di ogni giorno.

Divenuto capo del gruppo e con non pochi attriti con il suo datore di lavoro, ma con il sostegno del capo dell'MI6 Stewart Menzies, Turing decide che è giunto il momento di cambiare metodo: non più agire in difesa tentando ogni giorno di interpretare i codici dell'Asse, ma giocare al contrattacco inventando una macchina che svolga questo compito. Alan seleziona quindi tra i migliori candidati coloro che dovranno accompagnarlo nell'impresa titanica di costruire la macchina elaboratrice che preveda gli attacchi nemici. Chi fosse riuscito a risolvere un cruciverba da lui inventato entro sei minuti si sarebbe dovuto presentare alle selezioni per l'incarico segreto; tra i candidati giunge a colloquio la venticinquenne Joan Clarke, ancora nubile e appassionata di logica e matematica che svolge l'esame con una rapidità che batte quella dello stesso Turing. A questo punto egli richiede allo Stato un finanziamento di centomila sterline per costruire la macchina che impedirà ai tedeschi di invadere il resto dell'Europa. Nel frattempo i nemici del matematico pianificano di toglierlo di mezzo investigando sul suo passato e usando qualsiasi cosa come pretesto per eliminarlo; il povero Alan Turing viene dapprima accusato di essere una spia sovietica e poi minacciato di essere sbattuto fuori dal progetto con la scusa che la sua incomprensibile macchina non ha ancora prodotto risultati soddisfacenti.

Placatisi i dissapori, i membri del gruppo di lavoro si stringono attorno a lui chiedendo altro tempo per permettere a "Cristopher" (questo il nome della macchina, nonché del suo amico d'infanzia morto precocemente a causa di una malattia) di funzionare, e ottenendolo. Per evitare che Joan venga reclamata a casa dai genitori, i quali vogliono farla sposare e formare una famiglia, Turing le chiede senza vero interesse di sposarlo anche per assicurarsi più a lungo la preziosa collaborazione di quest'ultima nel progetto. Ma Turing non ha mai confidato alla novella consorte di essere in realtà omosessuale. Scoperto il segreto dell'uomo, Joan sembra non interessarsene, neppure quando Turing lo usa come scusa per allontanarla dall'ambiente in quanto ritenuto troppo pericoloso per una donna; Joan non vuole sentire ragioni e vuol tenersi stretto quell'incarico in quanto il più importante della sua vita.

Durante una serata al bar il colpo di genio si rivela; bisogna restringere il campo di parole in cui cercare dei significati a partire dalle più ripetitive: quelle che compaiono sui bollettini meteorologici dei nazisti. Il gruppo di Turing riesce, grazie a questa intuizione, a prevedere un attacco al convoglio alimentare Carlisle. Decidono di non intervenire, ma di ottimizzare gli interventi per minimizzare i danni e non svelare ai tedeschi di aver trovato il modo di decifrare i loro messaggi. Il piano, con elevati costi umani e ponendo all'équipe di matematici un dilemma morale quasi insostenibile, ha infine successo. Finita la guerra, si festeggia con gran giubilo dei protagonisti e dell'intera nazione.

Dopo diversi anni dalla missione Enigma e dalla conclusione del conflitto mondiale, le autorità indagano su Turing e la sua presunta omosessualità (la quale viene descritta nei flashback della sua vita da ragazzino in un collegio maschile) questo, viene poi isolato e condannato per atti osceni in quanto omosessuale. Piuttosto che passare gli anni in prigione accetta di sottoporsi a una inumana terapia ormonale: la castrazione chimica. Joan torna a trovarlo dopo qualche tempo e lo rincuora seppur vedendolo fortemente svilito e depresso, raccontandogli di essersi sposata con un militare. Nei titoli di coda viene rivelato che il 7 giugno del 1954, nonostante la libertà guadagnata sacrificando la propria identità e l'immensa

Interpreti e personaggi.

Benedict Cumberbatch: Alan Turing
Keira Knightley: Joan Clarke
Matthew Goode: Hugh Alexander
Charles Dance: Comandante Alastair Denniston
Mark Strong: Stewart Menzies
Rory Kinnear: Detective Nock
Allen Leech: John Cairncross
Matthew Beard: Peter Hilton

Doppiatori italiani.

Niseem Onorato: Alan Turing
Myriam Catania: Joan Clarke
Gianfranco Miranda: Hugh Alexander
Stefano De Sando: Comandante Alastair Denniston
Francesco Prando: Stewart Menzies
Massimo Rossi: Detective Nock
Stefano Crescentini: John Cairncross
Davide Perino: Peter Hilton

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

rss-icon-feed-1_thumb2

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google, Linkedin, Instagram o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

1 commento:

  1. Spero che questo film contribuisca ad aprire le menti , perchè credo che questo ne sia l'intento oltre a rendere omaggio ad Alan Turing, solitario pioniere di un mondo futuro, il nostro.
    E infine Benedict Cumberbatch, il solo tra tanti ottimi attori con la sensibilità necessaria per dare vita a una persona geniale e dimenticata.

    RispondiElimina

Random Posts

Archivio

follow us in feedly Segnala Feed WebShake – spettacolo Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog Aggregatore di blog FeedelissimoItalian Bloggers Blog ItalianiAggregatore