Home » , , » Il simbolismo di Peaky Blinders, epopea familiare degli Shelby architetta con freddezza e lucidità.

I Peaky Blinders furono una gang criminale attiva a Birmingham nel XIX e XX secolo. Furono una delle tante gang giovanili dell'epoca. S...

peaky-blinders

Trama.

Protagonista la famiglia Shelby, criminali conosciuti sotto il nome di Peaky Blinders.

Più precisamente ci troviamo nel malfamato quartiere di Small Heath, dove violenza, povertà e degrado sono all’ordine del giorno.

I protagonisti sono ex-combattenti tornati dalla Francia dopo la Grande Guerra, che una volta in patria si sono rimessi in affari: scommesse, gioco d’azzardo, risse, pizzo e whisky.  La storia è una storia vera, ispirata alla cronaca dell’epoca. Il nome della gang deriva, stando a quando narra la leggenda, dalla lama di rasoio cucito sulla visiere dei loro cappelli, usata come arma nelle risse da strada: puntavano agli occhi, rendendo gli avversasi ciechi (in inglese: blind) .

Anche il loro ‘stile’ non passava inosservato per i quartieri poveri che erano soliti frequentare, con una ricerca maniacale dell’eleganza in ogni occasione, caratteristica ripresa perfettamente nella serie. Thomas Shelby è il capofamiglia, è lui la mente che guida i Peaky Blinders verso i più loschi affari, interpretato da un magnifico Cillian Murphy che calza a pennello nella parte grazie ai suoi lineamenti e l’associazione berretto/sguardo basso che risalta i suoi occhi glaciali.

La parte più bella di Peaky Blinders, però, sono le ambientazioni.

Le fornaci di Small Heath, i canti irlandesi nel pub Garrison, gli accordi tra le gang della zona e le faide con i mafiosi italiani e soprattutto la costante presenza della Prima Guerra Mondiale, con i forti riferimenti alle battaglie in trincea e i traumi che hanno segnato i nostri protagonisti, la psicologia dei personaggi non viene dimenticata. Ognuno ha sviluppato un modo differente la propria esperienza: in Arthur si vedono svilupparsi scatti d’ira irrefrenabili, in Thomas si sviluppa un forte senso di responsabilità che lo sovraccarica e lo rende  diffidente.

Il tutto accompagnato da una colonna sonora particolare e molto rockeggiante, a partire dall’azzeccatissima sigla.

Ogni canzone accompagna perfettamente la scena su cui è montata, che molto spesso viene rallentata e ristretta su primi piani che ci regalano una fotografia perfetta.

Peaky_Blinders_logo

Interpreti e personaggi.

Cillian Murphy: Thomas Shelby
Sam Neill: C.I. Campbell
Helen McCrory: Polly Gray
Paul Anderson: Arthur Shelby
Iddo Goldberg: Freddie Thorne
Annabelle Wallis: Grace Burgess
Sophie Rundle: Ada Shelby
Joe Cole: John Shelby
Kate Phillips: Linda Shelby
Ned Dennehy: Charlie Strong
Tom Hardy: Alfie Solomons
Charlotte Riley: May Carleton
Noah Taylor: Darby Sabini
Aimee-Ffion Edwards: Esme Shelby
Paddy Considine: Padre John Hughes
Aidan Gillen: Aberama Gold

Doppiatori e personaggi.

Simone D'Andrea: Tommy Shelby
Luigi La Monica: C.I. Campbell
Roberta Greganti: Polly Gray
Loris Loddi: Arthur Shelby
Alessio Cigliano: Freddie Thorne
Chiara Gioncardi: Grace Burgess
Erica Necci: Ada Shelby
Lorenzo De Angelis: John Shelby
Valentina Mari: Linda Shelby
Angelo Nicotra: Charlie Strong
Riccardo Scarafoni: Alfie Solomons
Andrea Tidona: Darby Sabini
Joy Saltarelli: Esme Shelby
Angelo Maggi: Padre John Hughes
Riccardo Rossi: Aberama Gold

Steven Knight è un mago con le storie di questo tipo, la cui ambientazione gioca un ruolo primario e fa da cornice a personaggi di una complessità e profondità che potremmo definire epiche.

Peaky Blinders è l’epopea familiare degli Shelby, in un momento storico in cui tutti sgomitano per sopravvivere, questa famiglia per metà gipsy, si guadagna il dominio della città con mezzi più e meno illeciti. La leadership di questa gang criminale è in mano al secondo dei cinque fratelli: Thomas.

Disilluso e indurito dall’esperienza del primo conflitto mondiale, Tommy vuole costruire un impero per la propria famiglia e i suoi affiliati.

Procede così, come gli ha insegnato a fare il governo costringendolo a una guerra di portata devastante, scavando cunicoli nella società britannica per arrivare laddove gli sia permesso uno spazio suo, dove gli sia concesso di vivere legalmente, ma per arrivarci deve andare tutto secondo i piani che Tommy, di volta in volta, architetta con freddezza e lucidità.

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google, Linkedin, Instagram o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

0 commenti:

Posta un commento

Random Posts

follow us in feedly Segnala Feed WebShake – spettacolo Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog Aggregatore di blog FeedelissimoItalian Bloggers Blog ItalianiAggregatore My Ping in TotalPing.com