Home » , , » Duel il film che ha lanciato la carriera di Spielberg verso grandi successi di critica e di pubblico.

Duel è un film per la televisione del 1971 diretto da Steven Spielberg . L'anno successivo all'uscita venne rilasciato nelle sale...

Duel è un film per la televisione del 1971 diretto da Steven Spielberg.

L'anno successivo all'uscita venne rilasciato nelle sale con l'aggiunta di nuove scene, diventando a tutti gli effetti un prodotto cinematografico.

È il secondo lungometraggio firmato dal venticinquenne Steven Spielberg, tratto dall'omonimo racconto di Richard Matheson, che ne ha curato anche la sceneggiatura.

Divenuto in breve tempo un vero e proprio cult, è il film che ha lanciato la carriera di Spielberg verso grandi successi di critica e di pubblico, a partire da Lo squalo (1975).

Girato in soli tredici giorni, nacque come film per la televisione. Poco tempo dopo, per il grande successo riscosso e per consentirne l'uscita nei cinema statunitensi, il regista ne portò la durata da 74 a 90 minuti.

duel_loc

Gran parte delle sequenze offrono la scena al solo protagonista (il guidatore dell'autocisterna non si vede mai), ma vengono arricchite dall'efficacia delle inquadrature e dalla tensione costante.

La macchina del protagonista è una Plymouth Valiant del 1970. L'autocisterna è invece un modello Peterbilt 281 del 1955.

David Mann, tranquillo commesso viaggiatore, sta compiendo un viaggio in macchina fuori città per lavoro, quando davanti a lui vede una grossa autocisterna. David la sorpassa, e poco dopo la cisterna lo supera nuovamente. David riesce di nuovo a superare il camion, che risponde col clacson come se fosse offeso. Auto e cisterna si fermano a una stazione di servizio per fare il pieno. L'autista del camion scende, ma David ne scorge solo gli stivali. Dopo va a telefonare alla moglie, e dal loro discorso si avverte una certa tensione. La sera prima c'era stata una festa a casa loro, uno degli invitati aveva allungato troppo le mani sulla moglie, che accusa David di essere rimasto a guardare. David riparte e viene nuovamente raggiunto dall'autocisterna, che accelera sempre di più come se volesse sorpassarlo a tutti i costi.

Per liberarsi di quell'invadente autista, David gli dà strada, e non appena lo supera, l'autocisterna rallenta e non permette all'auto del commesso di andare avanti. A una curva il camionista fa a David un cenno col braccio, invitandolo a passare avanti, ma appena lo fa, per poco David non si schianta contro un'auto che proveniva dalla corsia opposta. Alla fine, approfittando di una stradina parallela in terra battuta, David riesce finalmente a superare il camion, e tutto sembra finito lì. Finché dopo un po' l'autocisterna riappare, a fortissima velocità e cerca di speronare David. Che riesce ad evitarla infilandosi bruscamente nell'area di sosta di un'altra stazione di servizio. Entrato nel locale adiacente per ristorarsi, David va prima al bagno, e quando ne esce scorge il camion nel parcheggio. L'uomo comincia allora a guardare in maniera sospetta tutte le persone presenti nel locale. Pensa di aver individuato il suo inseguitore in un uomo che sta mangiando dei panini, ma quando tenta di parlarci, quasi scoppia una rissa. Però Mann capisce subito dopo che non era lui il camionista (visto che guidava un altro camion). Tornato a sedersi, David vede il camion partire, e cerca di inseguirlo a piedi, inutilmente.

duel

David allora riparte, durante il percorso vede che su un'area di sosta c'è una classe di ragazzini perché al bus che li portava non partiva più il motore; David prova a far partire l'autobus spingendolo da dietro con l'auto ma, appena scorge l'autocisterna dentro una galleria (il camion era tornato indietro per aspettarlo), si spaventa e la sua macchina rimane incastrata sotto l'autobus. David riesce a liberarsi e ad allontanarsi mentre, ironicamente, il conducente del camion spinge e fa partire l'autobus scolastico. David scappa a tutta velocità fino a che non si imbatte in una ferrovia dove sta passando un treno: a un certo punto, si accorge che il camion lo sta lentamente spingendo sotto il treno; riesce ancora a salvarsi miracolosamente. Dopo un po' di strada si imbatte nuovamente nell'autocisterna, che va pianissimo perché vuole farsi raggiungere. David vede un'altra stazione di servizio, si ferma e in una cabina telefonica prova a chiamare la polizia ma non ci riesce perché l'autocisterna, fermatasi poco dopo lui, piomba sulla cabina, distruggendola, mentre David si salva nuovamente per un soffio. David riparte a razzo e si nasconde in un piccolo cimitero di auto a fianco alla ferrovia, intenzionato a far credere all'autocisterna di essere andato avanti.

Dopo aver dormito per un'ora, David riparte, ma dopo una curva scorge l'autocisterna: l'autista di quest'ultima non è caduto nella trappola di David e si è fermato ad attenderlo. Dopo aver invano chiesto aiuto a una anziana coppia in auto, David capisce che non può più evitare il duello: per la prima volta nella sua vita decide di non continuare a fuggire da un problema, ma di affrontarlo. Quindi riprende la corsa, facendosi inseguire. Arrivato a una salita, ritiene di poter distanziare definitivamente il camion e la cosa sembra riuscire, finché non scoppia il tubo del radiatore, il motore si surriscalda e comincia a perdere velocità. E l'autocisterna si fa sempre più vicina. Per un pelo David raggiunge la discesa, la macchina a motore spento riacquista velocità, e alla fine quasi si schianta contro una parete di pietra.

David riparte diretto verso un dirupo, sempre inseguito dal camion. Mettendo la macchina tra il dirupo e l'autocisterna, col muso dell'auto rivolto verso quest'ultima, David riesce a far schiantare la sua macchina, che esplode, contro il camion, il cui autista non vede il dirupo a causa delle fiamme. L'autocisterna piomba nel dirupo, schiantandosi insieme con l'auto di Mann. David ha vinto. Dopo un attimo di selvaggia euforia per la vittoria, si siede e si riposa, mentre il sole tramonta.

duel
Interpreti e personaggi.

    Dennis Weaver: David Mann
    Jacqueline Scott: signora Mann
    Eddie Firestone: proprietario del Cafè
    Lou Frizzell: autista del Bus
    Gene Dynarski: uomo nel Cafè
    Lucille Benson: signora allo Snakerama
    Tim Herbert: impiegato della stazione di servizio
    Charles Seel: signore anziano
    Shirley O'Hara: cameriera
    Dick Whittington: intervistatore radio
    Carey Loftin: autista del camion
    Dale Van Sickel: autista dell'auto

Doppiatori e personaggi

Edizione originale.

    Giorgio Bandiera: David Mann

Ridoppiaggio (2004)

    Ennio Coltorti: David Mann
    Antonella Rinaldi: signora Mann
    Roberto Draghetti: autista del Bus
    Luigi Ferraro: impiegato della stazione di servizio
    Dario De Grassi: signore anziano
    Paola Giannetti: cameriera
    Teo Bellia: intervistatore radio
    Federico Neri: voce alla radio
    Saverio Moriones: voce alla radio
    Carlo Reali: voce alla radio
    Oreste Baldini: voce alla radio
    Sergio Matteucci: voce alla radio
    Enrico Di Troia: voce alla radio

duel1

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google, Linkedin, Instagram o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

0 commenti:

Posta un commento

Random Posts

Archivio

follow us in feedly Segnala Feed WebShake – spettacolo Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog Aggregatore di blog FeedelissimoItalian Bloggers Blog ItalianiAggregatore